Un Magio

Il primo incontro è con un Magio. Uomo colto, curioso e coraggioso.

“Mi chiamo Baldassarre. Arrivo da un paese lontano. Molto a Nord. Nella mia terra sono un uomo di scienza, studio le stelle e interpreto il loro linguaggio. Da mesi i segni del cielo indicano che qualcosa di sconvolgente sta per accadere, una nuova stella è comparsa, più luminosa delle altre, e si muove verso oriente.

***

La stella si è portata, alta, sopra quella valle nascosta che prende il nome di Val Leogra. Forse la meta è vicina. Sono qui a Sant’Antonio, l’ultimo paese della Val Leogra in cerca di un segno. Le scritture parlano chiaro, un Re sta per nascere ed io lo voglio trovare. Ho con me un dono prezioso, un dono che svelerò il giorno in cui la stella rivelerà finalmente la Venuta tanto attesa.

breve pausa musicale

***

Dopo tanta strada da non saperla misurare, sono arrivato alla meta. La stella aveva ragione, le scritture si compiono. Eccolo il piccolo grande Re, da Lui l’umanità può ripartire, ed anch’io. Son sempre stato un uomo in ricerca, che non si fa bastare la scienza e le sue spiegazioni, e che finalmente vede la Via per dare nuovo senso alla vita.

Son sempre stato libero e indipendente, curioso di capire e la ricerca di Dio mi ha sempre reso inquieto, per non saperla misurare o per non saperne dimostrare l’assenza. Oggi sento che quanto sta capitando sconvolge le mie ricerche e fa nascere nuova speranza dentro me.

Piccolo Re…. ecco il mio semplice dono. Parla una lingua che tutti comprendono, che fa incontrare culture diverse che libera la sensibilità, l’arte, il genio, la fantasia, tutto quello che invita l’uomo all’incontro con gli altri uomini. È il dono della musica… che prende forma in questo prezioso antico violino. Appena sarai in grado di farlo vibrare, libera alto il suo canto così che un suono di Pace possa arrivare ad ogni uomo delle contràde della Terra. E tornando porterò la buona notizia della tua nascita fino ai confini della terra, fino agli uomini che nel mio cammino incontrerò.


The character we first meet is one of the Wise Men. He is learned, enquiring and brave.

 “My name is Baltazar. I come from a place very far away in the North. In my country I am a learned man, I observe the stars and interpret their language.

For months the sky has been showing that something prodigious is going to happen. A new star was born, it is brighter than the other ones, and it’s moving eastwards.

***

The star is now high above this hidden valley; the destination may be near. I am here in Sant’Antonio, the last town of the Leogra-Valley, and I’m looking for a sign. The scriptures are clear: A King is going to be born and I want to find him. I bring a precious gift – a gift I’m going to show when the Star will finally reveal where the long-awaited king is.

***

After such a long way, I arrived at my destination. The star was right, the Scriptures are fulfilled. Here’s the King: Humanity can have a new beginning with him, and so do I. I’ve always been an enquiring man; science and its explanations were never enough for me. Now my life has finally got a new meaning.

I’ve always been free and inquisitive, and the quest for God has always made me restless, because one can’t measure Him nor prove His absence. Today I feel that my quest has come to a turning point; a new hope is born inside my heart.

Little king… here is my simple gift. It speaks a language everybody understands, it makes cultures meet and it frees emotion, art, genius, imagination, and everything that encourage man to meet other men and women. It is the gift of music, embodied in this ancient violin. As soon as you learn how to play it, let its melody get high and free, and may its sound of peace reach all the people on the earth.

And on my way back, I’ll bring the glad tidings to the world’s end, to all the people I may encounter along my journey.